DISEGNARE UN MANGO - DEDICATO A ROCCO ANTONIO BUCCARELLO

DISEGNARE UN MANGO, Storia di un cammino insieme

dedicato a Rocco Antonio Buccarello

TENIAMOCI IN CON-TATTO


Ogni anno, Teniamoci in con-tatto è un cammino di laboratori nelle scuole che a maggio diventa una camminata colorata per le strade della città. Anche quest’anno vogliamo camminare insieme ognuno da dove si trova in questo momento perché non è importante dove siamo è importante dove andiamo.

ciao Antonio

i tuoi amici dei laboratori e tutti i ragazzi che hanno camminato con te

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria


SENZA DISTINZIONE ALCUNA - classe 4B Scuola Palli

SENZA DISTINZIONE ALCUNA

classe 4B Scuola Palli

TENIAMOCI IN CON-TATTO


4B Scuola Palli
a cura di Franca Tragni ZonaFranca
Il tema dell’inclusione, affrontato con un quiz, dove a vincere siamo tutt*, senza distinzione alcuna. Confidiamo in voi, siete tutt* invitat* a partecipare a “Missione Inclusione”!

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria


AMLETO IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO - classe 2I Scuola Parmigianino

AMLETO IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO -

classe 2I Scuola Parmigianino

TENIAMOCI IN CON-TATTO


2I Scuola Parmigianino
A cura di Franca Tragni e Michela Ollari – Zona Franca
La nostra unicità è il dono più prezioso che abbiamo, dietro ogni volto c’è una storia. Storie che arrivano da lontano o che sono dietro l’angolo. Siamo unici e uniche ma uguali a tutt*, in dignità e diritti.

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria


CARTA LIBERA TUTTI - classe 3E Scuola Corazza

CARTA LIBERA TUTTI

classe 3E Scuola Corazza

TENIAMOCI IN CON-TATTO


3E Scuola Corazza
A cura di Mario Aroldi – Teatro del Cerchio
“SE RIUSCISSIMO A METTERCI NEI PANNI DEGLI ALTRI, TANTO DA SENTIRE GLI ALTRI COME FOSSIMO NOI, NON AVREMMO PIU’ BISOGNO DI REGOLE, DI LEGGI, PERCHE’ AGIREMMO PER IL SENTIRE COMUNE E QUINDI NON FAREMMO MAI QUALCOSA CONTRO QUALCUN ALTRO CHE SENTIREMMO COME FOSSE NOI.” Da queste parole nasce e comincia il percorso di gioco teatrale intrapreso con i bambini della Classe a me assegnata. Un percorso di gioco e di ascolto verso L’ALTRO, per arrivare ad avere una maggiore consapevolezza dell’IO; perché l’esercizio di mettersi nei panni degli altri, è un esercizio che ci può far diventare veramente una società migliore, delle persone “più piene” di sapere dell’altro, del giusto e dello sbagliato.Renderci maggiormente consapevoli di ciò che si può riparare, e di ciò che dobbiamo impegnarci a fondo a non rompere.Il diritto all’ascolto, all’inclusione, all’educazione, il diritto ad essere aiutati.Riuscire attraverso il gioco a tirare fuori ciò che è dentro per poterlo trasformare insieme e renderlo insegnamento comune.

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria


CI SIAMO CONDIZIONATI - Classe 4A Scuola Palli

CI SIAMO CONDIZIONATI

Classe4A Scuola Palli

TENIAMOCI IN CON-TATTO


4A Scuola Palli
a cura di Michela Ollari ZonaFranca
Ci Siamo Condizionati! Viviamo di condizionamenti Buoni e Cattivi, ci appartengono. Condizioniamo e siamo condizionati. Per questo li abbiamo voluti conoscere da più vicino, conoscendo meglio loro abbiamo conosciuto meglio noi.

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria


IN UNA NOTTE DI TEMPORALE - classe 2A Scuola Verdi

IN UNA NOTTE DI TEMPORALE

2A Scuola Verdi

TENIAMOCI IN CON-TATTO


Classe 2A – Scuola Verdi

A cura di Adriana MilaniTeatro del Cerchio

In una notte di temporale un gruppo di capre si ripara in un casale. Arrivano però anche dei lupi. Il buio aiuta la nascita della loro amicizia. Cosa succederà però quando si rivedranno? I ragazzi della classe propongono ipotesi di probabili incontri: le sorprese sono dietro l’angolo.

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria


LIBERAMENTE - classe 4D Scuola Maria Luigia

LIBERAMENTE

classe 4D Scuola Maria Luigia

TENIAMOCI IN CON-TATTO


4D Convitto Maria Luigia
A cura di Claudia Nizzoli – Solares Fondazione delle Arti
Bigliettini su cui scrivere cosa ci rende uguali e cosa, invece, diversi. Differenze tra maschi e femmine e … metamorfosi. Trasformarsi negli oggetti della borsetta della mamma e di quella del papà, della cucina e della camera da letto. Si è diventati la maestra, gli oggetti della classe. Autoritratti arrabbiati e autoritratti felici. Disegni con cui ci siamo presentati e che abbiamo regalato ad un compagno che ci ha interpretato. Una lunga riflessione collettiva sul concetto di diversità e di libertà per dichiarare con forza il diritto di essere liberi, il diritto di essere bambini.

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria


DIRITTO DI SOGNARE - classe 2A Scuola Vicini

DIRITTO DI SOGNARE

classe 2A Scuola Vicini

TENIAMOCI IN CON-TATTO


Classe 2A – Scuola Vicini

A cura di Alessandro Conti – Lenz Fondazione

La formulazione del laboratorio è stata improntata come un lavoro a mosaico, ogni volta differente, al fine di rintracciare e stimolare gli interessi di ciascun* student*. Ogni giorno è stato preso in analisi un diritto specifico e, attraverso il dibattitto o la breve stesura di un pensiero/disegno/traccia perso-nale, si è venuta a formare una stratificazione di materiali utile a generare memoria collettiva e ma-teriale drammaturgico utilizzato in scena. L’esito esplora le molteplici declinazioni dei diritti affron-tati in aula focalizzandosi su posture riprese da quadri iconici della storia dell’arte e su specifiche emozioni contrastanti, cioè al di là del consueto e dell’ordinario. Ad esempio: assumere la postura della La zattera della medusa di Gericault (simbolicamente associata al “diritto al soccorso”) gridando di rabbia o, al contrario, ridere di fronte alla fucilazione del 3 maggio 1808 di Goya, il fine ultimo è stato quello di incoraggiare il movimento creativo ed esplorare la sfera empatica personale.

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria


A CORPO LIBERO - classe 3 A Scuola Convitto Maria Luigia

A CORPO LIBERO

classe 3 A Scuola Convitto Maria Luigia

TENIAMOCI IN CON-TATTO


3 A Scuola Convitto Maria Luigia
A cura di Davide Doro e Claudia Nizzoli – Solares Fondazione delle Arti
Immaginiamo il nostro corpo e risvegliamolo, svegliamo i muscoli del viso, quelli delle mani, Accarezziamoci la pancia per far suonare meglio parole e sentimenti e cominciamo. Eccoci tutti insieme, ognuno con le sue particolarità, ognuno con il proprio sorriso tra le mani I nostri occhi ci hanno accompagnato in lunghe riflessioni sul nostro aspetto, sulle nostre espressioni… “Ma se uno è buono o cattivo lo si vede dalla faccia?” Abbiamo nuotato in un mare di stereotipi fisici, tra differenze e uguaglianze fino a dirci che… “Io sono”… un aereo, il mondo, un calciatore, un riccio… “Ho il diritto di”… giocare, diventare uno scienziato, essere felice… E infine dirci a gran voce che siamo liberi. Liberi di… Essere a corpo libero

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria


SENZA ETICHETTE PLEASE! - classe 5A Scuola Pezzani

SENZA ETICHETTE PLEASE!

classe 5A Scuola Pezzani

TENIAMOCI IN CON-TATTO


5A Scuola Pezzani
A cura di Franca Tragni – Zonafranca

Se la realtà è spesso cruda e sconsolante le ragazze e i ragazzi ci esortano a non arrenderci, ad assumere uno sguardo fiducioso nelle nuove generazioni, a credere che odio, violenza ed intolleranza, possano tramutarsi attraverso una danza scatenata e liberatoria, in un diverso modo di vivere insieme in cui saremo tutt*, finalmente “senza etichette”.

GUARDA TUTTI GLI altri video della categoria